Zuppa di cicerchie

Zuppa di cicerchie
Zuppa di cicerchie

Se anche voi, come me, siete appassionati di minestre di verdure e legumi non appena arrivano i primi freddi, vi consiglio di provare questa zuppa di cicerchie. La cicerchia è un legume poco conosciuto e usato a nord e, infatti, la prima volta che l’ho assaggiato è stato a Roma. Ceci, lenticchie e fagioli sono sicuramente i principali protagonisti delle zuppe invernali, ma, se vi capita di trovarle, non lasciatevele sfuggire perché il loro sapore delicato, a metà tra quello dei ceci e delle lenticchie, sarà una piacevole sorpresa. Questa volta, inoltre, ho trovato delle cicerchie secche decorticate, ancora più veloci da cucinare perché non richiedono ammollo, solo un accurato lavaggio. Se le acquistate con la buccia, invece, lasciatele in ammollo per circa 24 ore. Poi sciacquatele molto bene, come farete anche con queste decorticate, in modo che nell’acqua non si formi più schiuma.

Le cicerchie decorticate cuociono in quaranta minuti circa, ma vi consiglio di proseguire la cottura per almeno un’ora o un’ora e mezza a fuoco basso per avere una zuppa più densa e cremosa.

Come tutte le minestre di legumi, anche questa è un concentrato di benessere: la cicerchia infatti è uno dei legumi con il maggior contenuto di proteine, oltre a essere una fonte preziosa di calcio, fosforo e vitamine del gruppo B. Purtroppo, le cicerchie hanno anche un risvolto negativo: contengono degli aminoacidi tossici che in quantità elevate possono causare problemi neurologici. Naturalmente dovreste avere una dieta a base di cicerchie per rischiare di intossicarvi, il problema non si pone se consumate una zuppa ogni tanto. Inoltre l’ammollo e soprattutto la cottura riducono drasticamente la tossicità.

Se siete alla ricerca di altre zuppe di legumi vi consiglio anche la ribollita toscana con fagioli cannellini e cavolo nero, la zuppa di ceci e il macco di fave.

INGREDIENTI per 4 persone

  • 250 g di cicerchie decorticate
  • 250 g di patate
  • 250 g di zucca mantovana
  • 125 g di carote
  • 125 g di cipolla
  • 125 g di salsa di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 foglie d’alloro
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale

PREPARAZIONE

  1. Mettete le cicerchie in una ciotola coperte di acqua fredda e con un paio di cucchiai di bicarbonato. Lasciate in ammollo per mezz’ora circa.
  2. Nel frattempo sbucciate le patate e tagliatele a dadini.
  3. Pulite anche la zucca, eliminate la buccia e tagliatela a dadini.
  4. Pulite le carote, sbucciate la cipolla e tritate entrambe grossolanamente in un mixer.
  5. Versate un filo d’olio in una pentola capiente, aggiungete il trito di carote e cipolla, lo spicchio d’aglio sbucciato e le foglie di alloro.
  6. Fate rosolare per qualche minuto e poi aggiungete i dadini di zucca e le patate.
  7. Scolate le cicerchie, risciacquatele molto bene sotto acqua corrente finché non si forma più schiuma e aggiungetele nella pentola.
  8. Unite anche la salsa di pomodoro e circa 700 ml d’acqua (in modo da coprire le verdure di almeno due dita).
  9. Infine salate, portate a bollore e abbassate la fiamma al minimo.
  10. Fate cuocere la zuppa per circa un’ora o un’ora e mezza in modo che diventi bella densa e cremosa. Se l’acqua dovesse consumare eccessivamente aggiungete mezzo bicchiere di acqua calda durante la cottura.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: