Biancomangiare al latte di mandorla

Biancomangiare al latte di mandorla
Biancomangiare al latte di mandorla

La ricetta del biancomangiare al latte di mandorla è un concentrato di qualità eccezionali. Partiamo dalle due più importanti: è buono ed è estremamente facile e veloce da preparare. Per realizzare questo dolce al cucchiaio di antica origine siciliana vi basteranno 10 minuti di tempo (dopodiché dovete solo lasciarlo riposare in frigorifero) e pochissimi ingredienti: del buon latte di mandorla, zucchero e amido di mais. Inoltre, non ha bisogno di cottura in forno, il che lo rende perfetto per il periodo estivo.

Come dicevo, pochi ingredienti ma uno deve necessariamente essere di ottima qualità, ovviamente sto parlando del latte di mandorla. Io ho utilizzato il latte di mandorla classico della Condorelli e lo trovo semplicemente eccezionale. Rispetto ad altre marche usano una percentuale di mandorle significativamente più alta e questo rende il latte particolarmente saporito. Inoltre, si tratta di un’azienda storica e rinomata per i prodotti a base di mandorla, in particolare i torroncini (se non li avete mai provati non sapete cosa vi state perdendo…). Siccome non ricevo alcun obolo per nominarli, mi permetto di fare nomi e cognomi quando penso che il prodotto possa fare la differenza nella preparazione.

In realtà il latte di mandorla si può, con un po’ di tempo a disposizione, preparare direttamente a casa partendo dalle mandorle pestate o dalla pasta di mandorla. Io vi confesso che non l’ho mai fatto, quindi per ora preferisco non improvvisare una ricetta.

Continuiamo con i pregi di questo dolce. Il biancomangiare al latte di mandorla può essere tranquillamente consumato da persone con vari tipi di intolleranza. È adatto ai celiaci perché è gluten free; non contiene uova; non contiene latticini ed è completamente vegano. Cosa si può desiderare di più da un dolce? Potete praticamente accontentare ogni tipo di ospite.

Infine, se volete servire come dessert un binomio di dolci siciliani e un originale contrasto di colori e di gusti (quello cremoso della mandorla con quello fresco dell’anguria), vi consiglio di provare anche un altro classico dei dolci al cucchiaio dell’isola: il gelo di anguria.

Biancomangiare al latte di mandorla

INGREDIENTI per 9 stampini circa

  • 500 ml di latte di mandorla
  • 40 g di zucchero semolato
  • 50 g di amido di mais
  • Cannella in polvere (facoltativa)
  • Granella di pistacchio (per decorare)

PREPARAZIONE

  1. In una pentola (io vi consiglio di utilizzare una pentola di rame dal fondo bombato per la cottura delle creme per garantire una migliore distribuzione del calore e per poter girare il composto più facilmente) pesate l’amido, lo zucchero e, se lo desiderate, la punta di un cucchiaino di cannella in polvere.
  2. Mescolate bene le polveri e poi aggiungete gradatamente, sempre fuori dal fuoco, il latte di mandorla, mescolando per sciogliere completamente l’amido nel liquido.
  3. Mettete sul fuoco e continuate a mescolare finché il composto non inizia ad addensarsi e otterrete la consistenza di una crema.
  4. Versate il composto negli stampini, meglio se singoli in silicone o in alluminio.
  5. Fate raffreddare la crema e poi mettete gli stampini in frigorifero per circa 3 ore finché la crema non si è rassodata. La consistenza comunque rimarrà morbida.
  6. Rovesciate delicatamente il biancomangiare su un piattino da portata e decorate con un po’ di granella di pistacchio.
  7. Se non volete rischiare che il biancomangiare si rovini quando lo togliete dallo stampino, allora fate rassodare in freezer e poi mettete in frigorifero il dolce già impiattato per farlo scongelare.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: