Scones allo yogurt

Scones allo yogurt di ciliegie accompagnati con confettura di fragole e burro
Scones allo yogurt di ciliegie accompagnati con confettura di fragole e burro

Vi ha appena telefonato Elizabeth the Queen che passerà da voi per il tè delle 5? Niente panico (o don’t panic)! Per far colpo su di lei servitele un bel vassoio di scones allo yogurt accompagnati con burro e marmellata.

È già troppo tardi e avete paura di non fare in tempo? Assolutamente no! Questi meravigliosi dolcetti di origine scozzese, ormai famosi in tutto il mondo e non solo nei paesi anglosassoni, si preparano in pochissimo tempo e sono facilissimi da fare. Inoltre, mangiarli leggermente tiepidi con un velo di burro che si scioglie sulla loro superficie morbidissima equivale a raggiungere il paradiso in un solo boccone. Un po’ quello che ho sperimentato l’ultima volta che li ho assaggiati.

Avrete capito che io sono una “vagabonda” o, come dice mia madre, non ho “terra ferma”. Ebbene sì, adoro viaggiare: devo vedere posti sempre diversi, provare cibi nuovi (vabbè, formaggi esclusi, ovviamente…), cucinare cose nuove, altrimenti mi annoio. E spesso un posto è associato a un gusto o a un profumo particolare. Gli ultimi scones che ho mangiato, ad esempio, non sono stati quelli di un bar-pasticceria a Piccadilly ma sul cocuzzolo di una montagna in Canada, nel parco di Banff. Sarà stata la lunga e ripida scarpinata per conquistare la vetta, ma quei dolcetti erano semplicemente eccezionali. Non ho mai pensato di provare a rifarli a casa fino a oggi, quando mi sono chiesta: ma saranno così difficili?

Cercando un po’ di ricette in rete, quella di Dissapore mi è sembrata la più documentata. Ma perché provare una nuova ricetta senza aggiungere anche il brivido di qualche variazione? E allora via il latte e dentro lo yogurt: uno cremoso alla ciliegia, ma potete provare anche altri gusti, ad esempio quello ai mirtilli (visto che spesso gli scones prevedono l’aggiunta di mirtilli o uva passa), oppure uno yogurt bianco.

Possiamo definire gli scones come una via di mezzo tra un biscotto e un panino. Però, a differenza di un biscotto, sono una base neutra perfetta, adatta sia per il dolce che per il salato, e a differenza di un panino non richiedono una lunga lievitazione. Nella ricetta che vi propongo, ho aggiunto una piccolissima quantità di zucchero (10 g), perché le nostre colazioni sono dolci, ma potete tranquillamente ometterlo (naturalmente usando yogurt non zuccherato al posto di quello alla frutta o latte). In questo modo otterrete un sapore neutro, adatto appunto a essere abbinato a qualcosa sia dolce sia salato.

La ricetta prevede l’aggiunta di bicarbonato e cremor tartaro come agenti lievitanti. Sul primo ingrediente non ci sono problemi, del secondo vi ho già parlato nella ricetta della chiffon cake all’arancia: ormai si trova facilmente nei supermercati più forniti al reparto dedicato agli ingredienti per pasticceria. In alternativa potete usare il classico lievito chimico per dolci.

Gli scones che ho preparato non prevedono, come altre ricette che ho trovato, uova nell’impasto, quindi se volete un dolce completamente senza uova spennellateli con un po’ di latte prima di infornarli.

Come dicevo all’inizio, gli scones sono fantastici se serviti tiepidi e appena fatti ma anche il giorno dopo conservano ancora perfettamente tutta la loro morbidezza. I miei non sono durati oltre il secondo giorno, perché li abbiamo mangiati prima, ma il mio consiglio è quello di preparare una dose che pensate di consumare in poco tempo ed eventualmente rifarli visto che la preparazione è veramente molto veloce. La prossima volta proverò a congelarli per vedere come sono decongelati.

Gli scones appena sfornati
Gli scones appena sfornati

INGREDIENTI per circa 9-10 scones

  • 250 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 e 1/2 di cremor tartaro
  • 70 g di burro
  • 10 g di zucchero semolato
  • Sale
  • 160 g di yogurt cremoso alla ciliegia
  • 1 uovo per spennellare o latte in alternativa

PREPARAZIONE

  1. Accendete il forno in modalità statica a 220 °C.
  2. In una ciotola capiente setacciate la farina e aggiungete il bicarbonato e il cremor tartaro. Mescolate bene gli ingredienti.
  3. Aggiungete il burro freddo tagliato a pezzettini e, con la punta delle dita, mescolate il burro alla farina fino a ottenere una sabbia molto fine. Verificate che non rimangano pezzi di burro. In alternativa, potete mettere la farina e il burro a pezzetti nel mixer per ottenere la “sabbia”. Attenzione ad azionare il mixer per pochi secondi e poi fermarvi, in modo da non scaldare troppo il burro.
  4. Unite anche lo zucchero e il sale e mescolate.
  5. Fate un cratere al centro del mix di burro e farina e aggiungete lo yogurt.
  6. Mescolate con un cucchiaio e appena gli ingredienti si sono uniti, trasferite l’impasto su una spianatoia infarinata e lavoratelo ancora brevemente per ottenere un panetto compatto, morbido ma non troppo appiccicoso.
  7. Con un matterello tirate l’impasto a circa 2,5 cm di spessore, massimo 3.
  8. Con l’aiuto di un coppapasta (io ne ho usato uno da 6 cm di diametro) ricavate dei biscotti e appoggiateli, a circa un paio di centimetri di distanza tra loro, su una teglia rivestita di carta da forno.
  9. Spennellate la superficie con l’uovo sbattuto o con il latte.
  10. Cuocete a 220 °C in forno statico per 15′.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: