Caponata siciliana

Caponata siciliana con melanzane e peperoni
Caponata siciliana con melanzane e peperoni

Ecco un altro capolavoro della cucina siciliana: la caponata di melanzane. Essendo nata in una terra generosa, la lista degli ingredienti è lunga e la preparazione minuziosa, ma non lasciatevi spaventare e dedicatele tutta l’attenzione necessaria. Sarete ripagati da un sapore sublime.

Sempre a proposito di generosità, la caponata è considerata un contorno… sicuramente bello ricco e consistente. Ma se siete a dieta oppure vegetariani, può serenamente costituire, da sola, un secondo piatto, accompagnata da qualche fetta di pane tostato. Come d’altronde già accadeva nel 1700.

Di versioni di caponata ne esistono diverse, se ne contano almeno 37, probabilmente non solo una per ogni città siciliana ma addirittura per ogni famiglia. Questa è più vicina alla variante catanese, non solo perché prevede sia melanzane sia peperoni, ma perché parte della famiglia di mio marito da lì arriva e questa era la ricetta della sua “nonnuzza” Santina, un mito per diverse ragioni, tra queste la sua cucina.

Ovviamente, non poteva mancare una piccola contaminazione ligure… le olive verdi sono state sostituite con quelle taggiasche, ve lo dico casomai voleste essere ancora più fedeli alla preparazione originale. Addirittura alcune ricette parlano di olive bianche, ma sono praticamente introvabili.

Anche per quanto riguarda i pomodori, potete scegliere se utilizzare il concentrato di pomodoro, come in questo caso, oppure la passata o ancora dei pomodori freschi. A seconda della scelta avrete una caponata più o meno rossa, ovviamente il concentrato è quello che dà un colore più vivo e, a mio avviso, anche maggior dolcezza e sapore. Senza contare che si può regolare meglio l’aggiunta di acqua ed evitare che la caponata risulti troppo liquida.

Qui trovate anche il video della ricetta per vedere tutti i passaggi per realizzarla, il taglio delle verdure e il grado di frittura di melanzane e peperoni. Per una frittura perfetta, che non appesantisca troppo la vostra caponata: 1. utilizzate abbondante olio, preferibilmente di arachidi; 2. mettetelo in una pentola da circa 20 cm di diametro e profonda così non ne sprecherete in quantità eccessiva, l’olio deve arrivare a circa metà pentola; 3. misurate la temperatura dell’olio (oltre 170 °C) prima di iniziare a friggere; 4. non friggete troppa verdura in una sola volta (la quantità di melanzane indicata l’ho fritta in 3 volte e i peperoni in 2).

Caponata siciliana
Caponata siciliana

INGREDIENTI per 6 persone

  • 700 g di melanzane
  • 300 g di peperoni rossi
  • 200 g di sedano
  • 250 g di cipolla rossa di Tropea
  • 75 g di olive taggiasche denocciolate
  • 50 g di capperi sotto sale
  • 50 g di uvetta
  • 20 g di pinoli
  • 10 g di basilico
  • 70 g di concentrato di pomodoro
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai di aceto di vino bianco
  • Olio di semi di arachidi per friggere
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale

PREPARAZIONE

  1. Lavate le melanzane, eliminate il picciolo e tagliatele a cubetti da un paio di centimetri.
  2. Mettetele in un colapasta e cospargetele con un po’ di sale grosso. Posate un piatto e un peso sopra le melanzane e lasciate che perdano acqua per circa un’ora.
  3. Lavate e pulite i peperoni, levate i semi e le parti bianche interne. Tagliateli a tocchetti da un paio di centimetri.
  4. Fate rinvenire l’uvetta in una ciotola con un po’ di acqua tiepida.
  5. Affettate le cipolle non troppo sottili e mettetele in una pentola con 5-6 cucchiai d’olio extravergine.
  6. Lavate il sedano, eliminate le foglie, affettatelo, anche questo non troppo sottile, e aggiungetelo alle cipolle.
  7. Sciacquate bene i capperi per eliminare il sale e poi tagliateli grossolanamente.
  8. Tostate i pinoli in una padella.
  9. Fate soffriggere un po’ le cipolle e il sedano e poi aggiungete l’uvetta ben strizzata, le olive denoccioliate, i capperi e i pinoli tostati.
  10. Aggiungete anche il concentrato di pomodoro e due bicchieri d’acqua e lasciate cuocere per 45′ circa.
  11. Nel frattempo, risciacquate le melanzane in modo da eliminare il sale e asciugatele bene.
  12. Friggete i cubetti di melanzana e i peperoni in abbondante olio di semi e scolateli su carta assorbente in modo da rimuovere l’olio in eccesso. Tamponateli bene.
  13. Trascorso il tempo di cottura del sugo, spegnete il fuoco e aggiungete le melanzane, i peperoni, il basilico spezzettato, lo zucchero e l’aceto. Mescolate bene e versate in un contenitore che poi, appena la caponata si sarà raffreddata, andrete a riporre in frigorifero.
  14. La caponata va servita fredda. I sapori di tutti gli ingredienti devono avere il tempo di legarsi tra loro: quindi vi consiglio di consumarla il giorno dopo la preparazione.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: