Crostata con crema frangipane, prugne selvatiche e mirtilli

Crostata con crema frangipane, prugne selvatiche e mirtilli
Crostata con crema frangipane, prugne selvatiche e mirtilli

Quanti di voi hanno la fortuna di poter cogliere la frutta direttamente dall’albero? Vivendo a Milano, purtroppo, è possibile raccoglierla solo in una cassetta al supermercato o, nella migliore delle ipotesi, al mercato. Esteticamente non ha alcun difetto, ma spesso e volentieri un bicchier d’acqua ha più sapore. Sabato, però, eravamo in gita fuori porta, a casa di un amico in campagna, sulle colline pavesi. E, in un angolo remoto del giardino, abbiamo scovato questo albero di prugne selvatiche, anzi, più precisamente un mirabolano (prunus cerasifera), stracarico di frutti.

Senza pensarci due volte, abbiamo iniziato ad assaggiare queste palline giallo-rosso, poco più grandi di una ciliegia. Già temevo la solita delusione del cittadino medio che, affamato del sapore verace della natura, si avventa sulla prima cosa attaccata a un albero e si caccia in bocca una bacca più acida del veleno… e invece… puro nettare! Dolci come lo zucchero e, soprattutto, sapevano di prugne! Lo so che suona un po’ come la scoperta dell’acqua calda, ma per me ogni volta è una rivelazione.

Riscoprire la frutta che sa realmente di frutta equivale a un’epifania, una specie di miracolo. Come quella volta che girovagavamo in Cappadocia tra campi e chiese rupestri in rovina e ci siamo imbattuti in un albicocco: credetemi, dopo quelle di mia nonna in Liguria, le migliori albicocche che io abbia mai assaggiato. Me le ricordo ancora adesso con grande nostalgia…

Tornando al nostro mirabolano, ci siamo portati a casa una bella vaschetta di frutti e la prima cosa che vi propongo è questa crostata con ripieno di crema frangipane. La leggera acidità della frutta contrasta benissimo con la dolcezza della frangipane. Sul fondo della frolla ho usato anche un po’ di confettura di ciliegie che avevo preparato (siamo veramente all’apoteosi del fatto in casa!). Per la confettura di ciliegie ho usato 120 g di ciliegie, 60 g di zucchero e un cucchiaio di limone e l’ho fatta cuocere per 40 minuti circa.

Se non avete un amico in campagna con un pruno selvatico a portata di mano, potete realizzare questa crostata con crema frangipane anche con delle ciliegie denocciolate o delle fettine di prugna.

Il guscio è stato preparato con una frolla all’olio, ma se preferite sostituirlo con una più classica frolla al burro qui trovate tutte le indicazioni per preparare una crostata morbida e friabile con pasta frolla sablè oppure per una frolla tradizionale come quella di queste crostatine.

Crostata con crema frangipane, prugne selvatiche e mirtilli
Crostata con crema frangipane, prugne selvatiche e mirtilli

INGREDIENTI per uno stampo da crostata da 25 cm di diametro

PER LA PASTA FROLLA ALL’OLIO

  • 300 g di farina 00
  • 100 g di zucchero semolato
  • 2 uova medie
  • 80 ml di olio di semi di arachidi
  • 1 limone non trattato
  • 1 pizzico di sale

PER LA CREMA FRANGIPANE

  • 150 g di burro
  • 150 g di zucchero semolato
  • 150 g di uova
  • 150 g di farina di mandorle
  • 100 g di amido di mais

PER COMPLETARE

  • confettura di ciliegie
  • prugne selvatiche (oppure ciliegie o prugne)
  • mirtilli

PREPARAZIONE

  1. Per la frolla: riunite in una ciotola le uova, lo zucchero, l’olio di semi, la scorza di limone (circa la metà di un limone non trattato), un pizzico di sale e mescolate con una forchetta.
  2. Aggiungete gradatamente la farina, dovrebbero bastarne 300 g. Una volta incorporata la farina nella ciotola, trasferite l’impasto su una spianatoia infarinata ed eventualmente aggiungete altra farina finché l’impasto non si attaccherà più alle mani (dovrà comunque risultare morbido). Formate una palla e lasciate sulla spianatoia intanto che preparate la crema frangipane. Per la frolla all’olio non serve riposo in frigorifero.
  3. Per la crema frangipane: nella planetaria o con le fruste elettriche montate il burro morbido con lo zucchero. Sbattete leggermente le uova e aggiungetele a filo al composto di burro e zucchero.
  4. Mescolate in una ciotola l’amido di mais e la farina di mandorle e con una spatola incorporatele al composto di burro, zucchero e uova.
  5. Lavate i mirtilli e le prugne, tagliatele queste ultime a metà e rimuovete il nocciolo.
  6. Tirate la frolla a 3-4 mm di spessore e foderate lo stampo da crostata. Mettete sul fondo 3 cucchiai abbondanti di confettura di ciliegie.
  7. Versate nel guscio di frolla anche la crema frangipane. Livellate la crema con una spatola o con il dorso di un cucchiaio bagnato.
  8. Decorate con la frutta.
  9. Cuocete in forno statico a 170 °C per 45 minuti circa. Sfornate e togliete dallo stampo quando la torta si è completamente raffreddata.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.