Rose di polenta con crema di stoccafisso

Rose di polenta con crema di stoccafisso
Rose di polenta con crema di stoccafisso

Stoccafisso o baccalà sono un must per le feste di Natale, in particolare per il cenone della Vigilia. Allora vi propongo questa idea da proporre come antipasto: delle roselline di polenta su crema di stoccafisso.

Ormai conoscete la mia fissazione per questi stampini a forma di rosa, che ormai ho riempito con preparazioni dolci e salate di ogni tipo, ma potete utilizzare qualsiasi stampo monoporzione abbiate in casa. Quelli in silicone sono sicuramente i più comodi per sformare le vostre preparazioni, ma trattandosi di polenta anche un piccolo contenitore in ceramica andrà bene. Naturalmente una forma un po’ particolare farà la differenza: non di gusto ma semplicemente estetica.

Polenta e stoccafisso sono un connubio perfetto. Per questa ricetta ho acquistato il pesce già ammollato, ma se avete occasione di trovare un bello stoccafisso essiccato e avete qualche giorno a disposizione, vi consiglio di provare ad ammollarlo a casa (qui trovate un’utile guida su come fare). Sicuramente avrete un prodotto ancora più saporito, perché potrete controllare voi i tempi di ammollo. Se lo acquistate già ammollato, invece, preferite un pesce con una carne bianca ma tendente al giallino, un colore bianco brillante potrebbe essere sintomo di uno sbiancamento con bicarbonato o altri agenti chimici.

Se siete a caccia di ricette con questo ingrediente vi consiglio anche il mio stoccafisso in buridda.

INGREDIENTI per 8 persone

PER LA CREMA DI STOCCAFISSO

  • 900 g di stoccafisso già ammollato
  • 150 g di olio extravergine di oliva
  • 100 g di latte
  • 1 foglia di alloro
  • Sale
  • Pepe
  • Prezzemolo per decorare

PER LE ROSE DI POLENTA

  • 375 g di polenta (1 confezione)
  • 1 dado vegetale
  • Sale grosso
  • Olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE

  1. Per la polenta: portate a bollore 2 litri d’acqua (anche se le istruzioni sulla confezione dicono 1,5 litri) con un cucchiaio scarso di sale grosso, 1 dado vegetale e un filo d’olio (o un pezzetto di burro).
  2. Quando l’acqua bolle, spegnete il fuoco (in modo che non ci siano bolle d’aria nell’acqua), versate a pioggia la polenta e intanto mescolate con una frusta in modo che non si formino grumi. Quando la polenta è ben amalgamata, riaccendete il fuoco e fate cuocere per 10-15 minuti (anche in questo caso la confezione dice 8, ma io preferisco abbondare un po’).
  3. Versate la polenta negli stampini, lasciate solidificare.
  4. Per la crema di stoccafisso: mettete lo stoccafisso già ammollato in una pentola, copritelo con l’acqua, aggiungete la foglia di alloro e portate a bollore.
  5. Fate cuocere per 15′, lasciatelo raffreddare nell’acqua di cottura e scolatelo.
  6. Spellate lo stoccafisso ed eliminate con cura tutte le spine.
  7. Versate un filo d’olio in un tegame (preso dal totale), aggiungete lo stoccafisso spezzettato e iniziate a versare lentamente il latte e poi l’olio continuando a mescolare energicamente.
  8. Cuocete per un’ora abbondante a fuoco bassissimo, lasciandolo sobbollire e girando di tanto in tanto per verificare che la crema non si attacchi al fondo. La crema deve risultare bianca e cremosa a fine cottura.
  9. Regolate di sale e pepe.
  10. Togliete le rose di polenta dagli stampini, mettetele su una placca rivestita di carta da forno, spennellatele con un po’ d’olio e fatele scaldare in forno a 180 °C per 5-7′.
  11. Servitele su un letto di crema di stoccafisso con un po’ di prezzemolo tritato.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: