Mini capresi al limone

Mini capresi al limone e cioccolato bianco
Mini capresi al limone e cioccolato bianco

Scorzette di limone, parte II. La ricetta di ieri era funzionale alla decorazione della preparazione di oggi: delle mini tortine capresi al limone e cioccolato bianco, una variazione della classica torta caprese ridotta alla dimensione di un muffin. Continua anche l’assalto alla scorta di limoni liguri.

La caprese al cioccolato è un classico della pasticceria campana, nata per caso nel 1920 da un errore del cuoco Carmine Di Fiore che dimenticò di mettere la farina nell’impasto della torta. Ne uscì un capolavoro. Queste cose purtroppo succedono solo agli altri. Se io dimentico mezzo grammo di qualcosa, il risultato è generalmente mediocre, se non una vera e propria schifezza… questione di karma culinario…

Qui vi propongo la variante al cioccolato bianco e limone. Ovviamente esistono decinaia di ricette dedicate alla caprese al limone; quella di Sal De Riso potrebbe essere il vangelo in materia, ma poi ho trovato un paio di ricette spacciate per sue una con il lievito (!) e un’altra con l’olio al posto del burro (!!) e ho desistito. Quindi, siccome mi piace fare l’eccentrica ho seguito una ricetta di Joyce Escano per la caprese al cioccolato fondente riadattandola. Ho trovato conforto anche in Rossella Neiadin e la prossima volta proverò a eliminare l’amido e aggiungerò un po’ di limoncello. Il risultato comunque mi ha convinto: giusta dose di umidità e morbidezza. Insomma, le ho promosse e ora ve le propongo.

Piccola nota sulla foto della ricetta: in secondo piano delle tazzine da caffè acquistate a Vietri (tanto per rimanere in tema limoni e Campania) che avevo adocchiato nel nostro Bed & Breakfast ad Amalfi. Le ho trovate subito geniali: delle tazzine con coperchio per servire il caffè caldo, ne avrei comprate 100 ma ho potuto portarne via solo 6! ?

INGREDIENTI per circa 10 tortine

  • 100 g di burro morbido
  • 100 g di zucchero a velo
  • 100 g di cioccolato bianco
  • 100 g di mandorle (o di farina di mandorle)
  • 45 g tuorli a temperatura ambiente
  • 100 g albumi a temperatura ambiente
  • 10 g di fecola di patate
  • 1 limone grande non trattato
  • Zucchero a velo per decorare
  • Scorzette di limone candite per decorare

PREPARAZIONE

  1. Montate (con il braccio a frusta se usate la planetaria) gli albumi (devono essere a temperatura ambiente) con 20 g di zucchero e metteteli da parte.
  2. Tritate le mandorle nel mixer con altri 10 g di zucchero in modo che non rilascino olio. Eventualmente fate raffreddare le mandorle in frigorifero prima di tritarle e non fate andare il mixer in modo continuo ma a più riprese. La polvere può essere molto fine o di grana leggermente più grossa a seconda del vostro gusto e del fatto che vi piaccia una maggiore granulosità. Potete usare anche la farina di mandorle ma io preferisco partire dal prodotto intero.
  3. Tritate il cioccolato bianco.
  4. Montate (con il braccio a foglia se usate la planetaria) il burro morbido con lo zucchero restante fino a ottenere un composto chiaro e spumoso e poi aggiungete i tuorli a uno a uno (fate assorbire bene prima di aggiungere il successivo) e continuate a montare finché non saranno ben incorporati.
  5. Unite la scorza di un limone grattugiata, la fecola e fate assorbire, poi aggiungete la farina di mandorle con una spatola.
  6. Infine, unite, alternandoli, gli albumi montati e il cioccolato tritato mescolando delicatamente con una spatola dall’alto verso il basso.
  7. Mettete il composto negli stampini da muffin (fino a 2/3) e infornate in forno statico a 170 °C per 30 minuti circa.
  8. Fate raffreddare e decorate con zucchero a velo e scorzette di limone candite.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: