Sarde ripiene alla siciliana

Sarde ripiene alla siciliana
Sarde ripiene con pangrattato, uvetta e pinoli

Avete già programmi per questo pranzo domenicale? Io ho preparato una teglia di sarde ripiene alla siciliana. Non mi dilungherò su quanto sia gustoso e su quanto faccia bene il pesce azzurro perché sono appena reduce da un’ora di meticolosa pulizia delle sarde, quindi i miei sentimenti nei confronti di questi gustosi e sani pesciolini al momento sono un po’ ambivalenti…

Il piano iniziale prevedeva involtini di pesce spada, facili e veloci, il pesce spada arriva già pulito e in fette. Ma poi al banco mi sono lasciata conquistare da queste sarde che sembravano veramente fresche. E allora vai di paziente eviscerazione, desquamazione e apertura a libro. Non vorrei scoraggiarvi, sappiate che alla fine sarete largamente ricompensati dal sapore di questo piatto! Inoltre, non so quale sia il vostro parere, ma io sono sempre un po’ diffidente verso i filetti di pesce che trovo già puliti in vaschetta al super…

Dopo aver provato questa teglia di sarde ripiene alla siciliana, sempre per rimanere in tema, vi consiglio anche di provare un altro classico della cucina di questa fantastica isola: la pasta con le sarde.

Sarde ripiene prima di essere infornate
Sarde ripiene prima di essere infornate

INGREDIENTI per 6 persone

  • 600 g di sarde
  • 100 g di pangrattato
  • 100 g di pane in cassetta
  • 25 g di uvetta sultanina
  • 20 g di pinoli
  • 3 filetti di acciughe sotto sale
  • Prezzemolo
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • 1 arancia

PREPARAZIONE

  1. Pulite le sarde: asportate la testa e le viscere, squamatele, sciacquandole bene sotto l’acqua. Apritele a libro e togliete la lisca (lasciate la coda, però). Disponetele aperte su un piatto con un po’ di carta assorbente per togliere l’acqua.
  2. Tostate il pangrattato in padella (tenetelo d’occhio e rigiratelo spesso perché non si tosti eccessivamente, deve risultare dorato). Togliete il bordo dalle fette di pane in cassetta e frullatelo.
  3. Mettete a mollo in acqua tiepida l’uvetta. Sciacquate e deliscate i filetti di acciuga sotto sale. Tritate un ciuffo di prezzemolo (circa 10 g), l’uvetta, i pinoli e le acciughe.
  4. In una ciotola amalgamate bene il pangrattato tostato, il pane in cassetta e il trito di prezzemolo, uvetta e pinoli. Aggiustate di sale se necessario (le acciughe sono già salate) e irrorate con un filo d’olio.
  5. Componete le vostre sarde ripiene: disponete su un tagliere un filetto di sarda con la pelle a contatto con il tagliere, mettete sopra un po’ di composto di pane (cercando di compattarlo prima con le mani) e il secondo filetto di sarda (con la pelle verso l’esterno).
  6. Disponete i filetti imbottiti su una placca rivestita di carta da forno. Cospargeteli con il ripieno avanzato, irrorateli con il succo di un’arancia e un filo di olio.
  7. Cuoceteli in forno ventilato a 180 °C per 15-20 minuti.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: