Waffle all’arancia senza lattosio

Waffle all’arancia senza lattosio

Siccome questo è un blog cheese-free ma io continuo a strafogarmi di burro e altri derivati del latte, oggi ho pensato di iniziare la giornata con un esperimento: i waffle senza burro e senza latte. Una colazione light, se così si può dire. Nulla di particolarmente originale, visto che in rete è tutto un fiorire di ricette no-qualcosa… ma io, tanto sono accanita sull’eliminazione sistematica di qualsiasi traccia di formaggio, quanto sono tradizionalmente attaccata all’idea di dolce ricco di uova, zucchero e burro. Oggi, quindi, ho vinto le mie resistenze e ho dato una chance al dolce senza latticini. Beh, provate per credere, ma secondo me l’esperimento è riuscito! Come diceva quel tale: si-può-fare!

Non avendo la piastra per waffle ma un bellissimo stampo in silicone, li ho cotti al forno. Ma se non avete né l’una né l’altro, potete usare questo impasto per prepare dei pancake direttamente in una padella leggermente unta.

Noterete anche che il quantitativo di zucchero è molto basso, ma la dolcezza la darà il fiume di sciroppo d’acero con cui li annaffierete.

INGREDIENTI per 8 waffle

  • 135 g di farina 00
  • 20 g di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 60 ml di olio di semi (arachidi)
  • 230 ml di succo d’arancia (circa 2 arance)
  • 7 g di lievito
  • Sale

PREPARAZIONE

  1. Montate il bianco d’uovo con le fruste e tenete da parte.
  2. Setacciate in una ciotola la farina, il lievito, lo zucchero e un pizzico di sale. Mescolate gli ingredienti secchi.
  3. Sbattete in una ciotola il rosso d’uovo, il succo d’arancia e l’olio.
  4. Unite gli ingredienti secchi a quelli liquidi e mescolate (non troppo, giusto il tempo di amalgamarli). Unite i bianchi girandoli delicatamente con una spatola e con movimenti dal basso verso l’alto per non smontarli.
  5. Versate nello stampo per waffle e infornate a 180 °C per 15 minuti. Altrimenti, versate due-tre cucchiai di composta in una padella leggermente unta e molto calda, aspettate che si formino delle bollicine in superficie e girate per cuocere anche l’altro lato.
  6. Servite con frutta e sciroppo d’acero.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: