Polpo alla catalana

Polpo alla catalana
Polpo alla catalana

Nonostante il nome, che potrebbe far pensare a un piatto spagnolo, il polpo alla catalana è in realtà una preparazione di origine sarda. Di base si tratta di un’insalata fredda di mare a base di polpo, ma le versioni e gli ingredienti possono essere diversi: con o senza peperoni, con o senza sedano. Una costante, però, è la presenza di pomodori e cipolle (vi consiglio di usare quelle rosse di Tropea). Io ne ho aggiunta un’altra: anziché bollire il polpo, provate a farlo stufare nella sua acqua perché mantenga intatto tutto il sapore del mare. Ma se proprio volete bollirlo, unite all’acqua di cottura una cipolla e le foglie di alloro (che con il polpo si sposano perfettamente).

Due informazioni sul polpo, prima di lasciarvi alla ricetta: se lo prendete fresco, pulitelo bene e poi congelatelo per almeno 24 ore in modo che il freddo ammorbidisca i tessuti. Lasciatelo scongelare (in frigorifero) e poi cuocetelo. Se il polpo è già decongelato, invece, potete procedere direttamente con la cottura.

INGREDIENTI

  • 700 g di polpo già pulito
  • 25 pomodori pizzutelli oppure camone
  • 1 cipolla di Tropea
  • 1 gambo di sedano
  • 30 olive taggiasche
  • 2 foglie di alloro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • Olio extravergine di oliva
  • Aceto di mele o di vino bianco

PREPARAZIONE

  1. Pulite il polpo accuratamente, sciacquandolo più volte e verificando che non ci siano residui di sabbia nelle ventose sui tentacoli. Eliminate gli occhi e asportate il becco incidendo con un coltello. Rimuovete le viscere dalla testa (sacca).
  2. Fate rosolare in 3 cucchiai d’olio lo spicchio l’aglio pulito e le foglie d’alloro l’alloro.
  3. Aggiungete il polpo e fatelo rosolare per qualche minuto su entrambi i lati, finché non cambia colore e la carne diventa di colore rosso. Aggiungete il vino e lasciate evaporare.
  4. Coprite la pentola con un coperchio e fate cuocere a fiamma bassa per circa due ore o finché le carni non sono tenere. Siccome il tempo dipende dalla grandezza del polpo, controllate di quando in quando lo stato di cottura, quando i tentacoli più grandi sono morbidi, spegnete il fuoco e fate raffreddare il polpo nella sua acqua di cottura e a pentola sempre coperta.
  5. Nel frattempo, pulite e affettate finemente la cipolla e mettetela in una ciotola con acqua ghiacciata e un cucchiaino di aceto di mele o di vino bianco. Lasciatela in acqua fino al momento di utilizzarla in modo che perda il suo sapore pungente.
  6. Pulite i pomodori e affettateli. Mondate anche il sedano e tagliate il gambo a rondelle.
  7. Sgocciolate anche le olive e condite in una ciotola i pomodori, il sedano, le olive con un filo d’olio e un pizzico di sale.
  8. Quando il polpo si è raffreddato, rimuovete la pelle e affettate i tentacoli e la testa. Unite il polpo all’insalata di pomodori e aggiungete anche le cipolle sgocciolate.
  9. Regolate di sale, se necessario, e servite.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: