Pici fatti a mano al Chianti classico

Pici fatti a mano
Pici al vino rosso fatti a mano

Per chi non avesse mai avuto occasione di assaggiarli, i pici sono un formato di pasta fresca tipico toscano, in particolare del sud della Toscana, come la Val d’Orcia e la Val di Chiana, e dell’alto Lazio e Umbria dove sono chiamati umbricellilombrichelli o tortorelli. Assomigliano a uno spaghetto un po’ più largo e consistente e vengono preparati tirandoli a mano a uno a uno. La realizzazione di questi pici fatti a mano può sembrare un po’ lunga, ma vi assicuro che, una volta che avrete appreso la tecnica, sarà molto divertente e rilassante prepararli. Qui trovate un VIDEO tutorial che vi mostra a quale spessore stendere la pasta e come formare i pici.

La ricetta dei pici è normalmente a base di farina (0 oppure 00) e acqua tiepida, ma siccome avevo una fantastica bottiglia di Chianti Classico Podere l’Aja aperta, ho pensato che un matrimonio tra un profumatissimo rosso toscano e una pasta tipica di quel territorio sarebbe stato perfetto! E così ho preparato questi pici “ubriachi” al vino rosso e li ho conditi con un godurioso ragù di salsiccia (vi rimando alla ricetta). Il tutto ovviamente annaffiato dalla bottiglia di Chianti Classico DOCG di cui sopra. Vi assicuro che ho fatto felice più di una persona.

Mi raccomando, però, scegliete sempre ingredienti di ottima qualità per preparare questa o altre ricette, non accontentatevi della prima bottiglia a prezzo stracciato che trovate al super. La qualità della materia prima fa la differenza. Sono solo due ingredienti, quindi cercate una buona farina e un buon vino.

Pici fatti a mano al Chianti classico

INGREDIENTI per 4 persone

  • 300 g di farina 0 o 00
  • 120 ml di vino rosso
  • 30 ml di acqua
  • Sale
  • Olio per ungere la spianatoia

PREPARAZIONE

  1. Mescolate l’acqua e il vino e fateli intiepidire. Il liquido non deve essere troppo caldo ma tiepido.
  2. Sulla spianatoia fate una fontana con la farina, aggiungete due pizzichi di sale e unite a poco a poco il vino e l’acqua al centro della fontana, incorporando gradatamente la farina.
  3. Impastate fino a ottenere un panetto liscio, morbido e compatto. Non lavorare eccessivamente l’impasto.
  4. Fasciate nella pellicola e lasciate riposare per 30’.
  5. Trascorso il tempo di riposo, stendete l’impasto con un matterello a circa 3 mm di spessore.
  6. Tagliate delle strisce di pasta di circa mezzo centimetro di larghezza e lunghe 15 cm.
  7. Ungete leggermente la porzione di spianatoia dove lavorerete i pici in modo da poterli tirare più facilmente. Stendete poco olio aiutandovi con un pezzo di carta da cucina.
  8. Prendete una striscia di pasta, pizzicatela con la punta delle dita lungo tutta la lunghezza e con le mani stese arrotolatela in un filo lungo e sottile un paio di millimetri (qui il VIDEO).
  9. Mettete il picio su un vassoio infarinato e continuate con gli altri.
  10. Potete cuocerli subito oppure conservarli in frigorifero per un paio di giorni oppure congelarli formando dei nidi di pasta come nella foto.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: