Salmone in crosta di patate, topinambur e pistacchi

Tranci di salmone in crosta di patate, topinambur e pistacchi
Tranci di salmone in crosta di patate, topinambur e pistacchi

Ecco un secondo di pesce veramente molto semplice e veloce da preparare ma di sicuro effetto: dei filetti di salmone in crosta di patate e topinambur.

Io amo i pesci cotti al forno e, a mio parere, nulla può battere una bella ricciola o un pesce San Pietro, ma, parliamoci chiaro, quando si hanno un tot di persone a cena, spinare e pulire con precisione il pesce per servire dei filetti che non sembrino già pre-masticati è veramente un’impresa. Peggio mi sento quando il gruppo è numeroso. Allora, la strada più veloce è quella di cucinare dei tranci di pesce: non solo sono semplici da preparare ma ancora più facili da servire perché già porzionati.

Questo poi è il periodo in cui tradizionalmente si prepara il salmone e, ormai, conoscete la mia recente passione per i topinambur. Solitamente la crosta è solo di patate, ma dovete assolutamente provare questo abbinamento, perché il topinambur aggiunge quella nota fresca e quel leggero sapore di carciofi che rende il tutto perfetto! Non fatevi mancare poi la croccantezza data dai pistacchi e il sapore delle erbe come l’aneto e l’erba cipollina.

Con questi filetti di salmone in crosta di patate porterete in tavola un piatto raffinato ma con poche e semplici mosse. Se alla lista degli ingredienti togliete il salmone, invece, avrete comunque un contorno veramente squisito.

Piccolo suggerimento: il salmone va porzionato in tranci, ma, se potete, acquistate tutto il filetto intero e poi suddividetelo in pezzi. Prima di tagliarlo, eliminate le squame dalla pelle raschiandola con un coltello (o con l’apposito attrezzo), sciacquate il filetto e tamponatelo con carta da cucina per asciugarlo.

Trancio di salmone in crosta di patate e topinambur servito con contorno di cardi fritti
Trancio di salmone in crosta di patate e topinambur servito con contorno di cardi fritti

INGREDIENTI per 8 persone

  • 1 kg di salmone tagliato a tranci da 5-6 cm dii larghezza
  • 8-9 patate novelle di medie dimensioni
  • 4 topinambur
  • 60 g di pistacchi non salati
  • Aneto fresco
  • Erba cipollina
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale e pepe in grani

PREPARAZIONE

  1. Mondate le patate e i topinambur, sbucciateli e affettateli molto sottili (un paio di millimetri) con l’aiuto di una mandolina. Man mano che li affettate, conservate le patate in una ciotola con acqua fredda e i topinambur in acqua e succo di limone perché non anneriscano.
  2. Fate scottare le fette di patate prima e poi i topinambur in acqua bollente per 4-5′. Scolateli e lasciateli raffreddare. In alternativa potete farli brevemente ammorbidire in microonde alla massima potenza per 5′.
  3. Tritate i pistacchi grossolanamente.
  4. Sciacquate i rametti di aneto e di erba cipollina.
  5. Foderate una teglia con carta da forno.
  6. Disponete i tranci di salmone sulla teglia e insaporite la superficie con un po’ di pepe (meglio se in grani macinato al momento).
  7. Ricoprite la superficie di ciascun trancio, alternando le fette di patata e di topinambur come se fossero le squame del pesce.
  8. Salate le verdure e irroratele con un filo d’olio.
  9. Cospargetele con i pistacchi e completate con qualche filo di erba cipollina e un rametto di aneto.
  10. Infornate a 180 °C per 20′.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: