Pancake al cacao con panna e mirtilli

Pancake al cacao
Pancake al cacao con panna e mirtilli

I pancake sono uno dei dolci più semplici e veloci da preparare, e sono perfetti per la prima colazione o per un brunch nel week end. Oggi ve li propongo in una versione al cacao: la preparazione dei pancake al cacao è identica a quella dei normali pancake, basta sostituire una parte di farina con altrettanto cacao.

La mia dose prevede 115 g di farina 00 e 10 g di cacao, ma se volete accentuare il gusto di cioccolato provate a ridurre di 5 g la farina e aumentare di 5 g il cacao. Attenzione, però, perché il cacao assorbe cinque volte di più i liquidi rispetto alla farina. Vi consiglio di aumentare leggermente la dose di latte provando ad aggiungere un cucchiaio alla volta. Sempre a proposito di farina, se usate del latte parzialmente scremato, al posto del latte intero, potreste avere bisogno di aggiungere un cucchiaio di farina in più per rendere la pastella più consistente.

In alternativa a questi pancake al cacao, potete provare la versione classica dei pancake con il latticello al posto del latte. Il latticello non è facilmente reperibile in Italia, a differenza degli Stati Uniti dove è molto usato per le preparazioni dolci. Tuttavia, potete realizzare un simil-latticello casalingo mescolando metà dose di latte scremato e metà di yogurt bianco con l’aggiunta di qualche goccia di limone. Poi si lascia riposare per una decina di minuti prima di aggiungerlo agli altri ingredienti liquidi.

Quando si preparano i pancake, esattamente come nella preparazione dei muffin, occorre seguire queste due regole base. La prima è quella di miscelare separatamente gli ingredienti secchi (come farina, cacao, zucchero e lievito) e quelli liquidi (uova, latte e burro). La seconda: non mescolare eccessivamente gli ingredienti liquidi a quelli secchi, basta che la farina venga assorbita, per non rischiare che si formi il glutine, nemico di qualsiasi impasto dolce che non sia una pasta lievitata.

Siccome sono una frana quando si tratta di girare frittate, frittelle, hamburger e qualsiasi cosa richieda l’uso di una paletta e uno scatto veloce del polso, per fare questi pancake belli tondi e gonfi mi sono comprata una di quelle mini padelle girafrittata da 14 cm di diametro. Ovviamente va bene qualsiasi padella antiaderente. Fatela scaldare bene e ungetela con un velo di burro, mi raccomando pochissimo, distribuendolo bene sul fondo con un foglio di carta assorbente da cucina. Versate un mestolino di composto e quando si formeranno delle piccole bolle in superficie, girate con una spatola e cuocete per 2-3 minuti anche sull’altro lato.

Non so dare una spiegazione scientifica, ma ho notato che, ogni volta che mi avanza dell’impasto e preparo i pancake il giorno dopo, vengono ancora più belli e gonfi. Quindi se dovesse avanzarvi qualcosa non preoccupatevi: mettete la pastella in frigorifero coperta da pellicola e il giorno dopo date una veloce mescolata e cuocete i vostri pancake. Potete anche preparare la pastella la sera prima così da avere tutto pronto appena vi svegliate. I pancake vanno comunque cotti sul momento, evitate di riscaldarli.

Il modo più classico per servire i pancake è cospargendoli di sciroppo d’acero e burro, ma per questi pancake al cacao io, oltre allo sciroppo d’acero, ho preferito mirtilli freschi e panna montata

Facile
per 4 persone
15'
6'

INGREDIENTI per circa 4 pancake alti o 8 normali

PER I PANCAKE

  • 115 g di farina 00
  • 10 g di cacao amaro in polvere
  • 20 g di zucchero semolato
  • 10 g di lievito in polvere per dolci
  • 250 ml di latte intero
  • 30 g di burro
  • 1 uovo

PER DECORARE

  • Mirtilli
  • Sciroppo d’acero o miele
  • Panna montata

PREPARAZIONE

  1. Fate fondere il burro a fuoco dolce o nel microonde e lasciatelo intiepidire.
  2. In una ciotola, mescolate la farina setacciata, il cacao, lo zucchero e il lievito.
  3. In un’altra ciotola sbattete l’uovo e unite il latte e il burro fuso.
  4. Aggiungete gli ingredienti liquidi a quelli secchi, mescolando con una frusta il minimo indispensabile per amalgamarli ma senza preoccuparvi troppo se resta qualche piccolo grumo.
  5. Fate scaldare bene una padella antiaderente (io ho utilizzato un padellino da 14 cm per ottenere dei pancake più alti e con un bordo più regolare) e versate un mestolo scarso di composto. Fate cuocere 2-3 minuti per lato: quando iniziano a formarsi le bolle in superficie, girate il pancake e fate dorare anche l’altro lato.
  6. Servite i vostri pancake con mirtilli, sciroppo d’acero o miele e panna montata.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: