Melanzane ripiene alla ligure

melanzane ripiene alla ligure

Come ho già avuto occasione di dire a proposito delle zucchine ripiene, in Liguria quella dei ripieni è una vera e propria mania. E anche queste melanzane ripiene alla ligure rientrano nella tradizione, anche se in versione No cheese please senza formaggio e lattosio. Si tratta dei classici ripieni di magro, perché, anche se all’epoca non si parlava ancora di cucina vegetariana, la cucina ligure era già ricca di piatti senza carne né pesce.

Le verdure o pitansette pinn-e, cioè ripiene, erano un grande classico dei pranzi estivi in famiglia. Le feste del santo patrono, in particolare, erano l’occasione per invitare parenti e amici e in tavola non potevano mancare ravioli, cima e melanzane ripiene rigorosamente cotte nel forno a legna. Verdure, torte salate e cima devono essere servite fredde e quindi potevano essere preparate anche il giorno prima.

Per le melanzane ripiene alla ligure è importante partire dagli ingredienti giusti, in particolare le melanzane che devono essere piccole, di forma tonda o allungata e dal sapore leggermente piccante. Tra le erbe per insaporire il ripieno, poi, non può mancare la maggiorana.

INGREDIENTI

  • 1,2 kg di melanzane piccole e lunghe
  • 3 cipolle bionde
  • 3 patate medie
  • 5 uova
  • 1 ciuffo di insalata gentilina
  • 150 g di pane grattugiato
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 5-6 rametti di maggiorana
  • 1 spicchio d’aglio
  • Noce moscata
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale

PREPARAZIONE

  1. Lavate le melanzane e sbucciate le cipolle. Rimuovete il picciolo e il calice delle melanzane, ma conservate il calice per il ripieno, oppure potete scegliere di lasciare calice e una parte di picciolo per fare le ancora più tradizionali “melanzane con il manico”.
  2. Tagliate le melanzane e le cipolle a metà e fatele bollire in abbondante acqua per circa 20’ da quando l’acqua riprende il bollore: la polpa dovrà risultare morbida ma attenzione a non lessare eccessivamente le melanzane perché si sfalderebbero. Mettete a lessare insieme alle melanzane anche i calici che avevate rimosso.
  3. Scolate le verdure e lasciatele intiepidire stendendole su una teglia.
  4. Nel frattempo lessate anche le patate sbucciate e tagliate a fette.
  5. Scolate le patate e passatele subito con uno schiacciapatate o con un passaverdure. Raccogliete il purè in una ciotola.
  6. Pulite e lavate l’insalata gentilina e affettatela.
  7. Versate un filo d’olio in una padella antiaderente e fate soffriggere l’aglio e il prezzemolo tritati.
  8. Aggiungete l’insalata e fatela cuocere per 10-15’.
  9. Aiutandovi con un cucchiaino, prelevate la polpa delle melanzane, cercando di non rompere il guscio che poi andrà riempito.
  10. Riunite nel mixer la polpa delle melanzane, i calici cotti delle melanzane e alcune fette di cipolla (le altre potrete riempirle con il ripieno). Frullate e unite alle patate.
  11. Aggiungete al ripieno anche 4 uova, un’abbondante grattugiata di noce moscata, le foglie di maggiorana e circa 120 g di pangrattato. Mescolate, regolate di sale e condite con un filo di olio.
  12. Se il ripieno dovesse risultare troppo molle, unite ancora un po’ di pangrattato.
  13. Riempite i gusci di melanzane e le cipolle con il ripieno aiutandovi con un cucchiaino o con una forchetta.
  14. Sistemate le verdure ripiene in due teglie unte di olio vicine l’una all’altra.
  15. Sbattete l’uovo rimasto con un pizzico di sale e spennellate la superficie del ripieno.
  16. Spolverizzate con il pangrattato e infornate, una teglia per volta, in forno statico già caldo a 225 °C.
  17. Cuocete per 40-45’ finché la superficie risulterà ben dorata.
  18. Servite le melanzane e le cipolle ripiene tiepide o, ancora meglio, fredde.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: