Plum cake alle pesche senza lattosio

Plum cake alle pesche senza lattosio
Plum cake alle pesche senza lattosio

Faccio coming out: quello appena trascorso è stato il week end dei disastri culinari, dei brutti ma buoni, dei piatti non postabili… riassumendo: un’esperienza deprimente ai fornelli condita da un tempo veramente schifoso

Siccome io non demordo (barcollo ma non mollo!), ieri pomeriggio c’ho riprovato con qualcosa di semplice semplice: un plum cake. Ovviamente tutto è andato alla stragrande finché è rimasto in forno, ma, una volta uscito, mi sono distratta un secondo e questo mi collassa al centro, proprio sotto le fettine di pesca. A questo punto avevo due opzioni: evitare di postarlo e andarmi a bere una birra per dimenticare oppure avere il coraggio delle mie azioni e provare a riflettere sugli errori.

Ho scelto la seconda strada, anche perché il plum cake è venuto buono, friabile e super soffice, ed è totalmente privo di latte e burro. Insomma, una ricetta che vi consiglio di replicare con una piccola avvertenza: se decidete di decorare la superficie del plum cake con delle fettine di pesca, come ho fatto io, tagliatele molto sottili (e non 1,5 cm come nel mio caso…), in modo che l’impasto non rimanga troppo umido sotto le fettine di frutta.

Altra mia svista: ho verificato la cottura della torta in un punto troppo vicino al bordo dello stampo e non al centro, dov’era la parte più umida e questo mi ha tratto in inganno sull’effettiva cottura dell’impasto. Io vi consiglio di tenerlo in forno dai 50 ai 55 minuti, ma verificate sempre la cottura con uno stecchino (nessun forno cuoce allo stesso modo) e possibilmente al centro della torta. Un’altra cosa che non preciso mai nelle ricette, ma va fatta: accendete il forno quando iniziate a preparare il plum cake in modo che, quando l’impasto è nello stampo, il forno sia già da un po’ di tempo in temperatura.

Al netto di questi errori e se provate la ricetta, fatemi sapere cosa ne pensate.

Per rendere la superficie del plum cake più lucida, spennellatelo con della gelatina di frutta appena sfornato.

INGREDIENTI per uno stampo plum cake da 30 cm

  • 300 g di farina 00 + quella per infarinare le pesche e lo stampo
  • 100 g di fecola di patate
  • 175 g di olio di semi
  • 4 uova (circa 200 g)
  • 250 g di zucchero semolato
  • 2 cucchiaini di acqua di fiori d’arancio
  • 16 g di lievito per dolci
  • 300 g di pesche noci

PREPARAZIONE

  • Setacciate in una ciotola la farina, la fecola e il lievito e mescolate bene gli ingredienti secchi.
  • Lavate le pesche e tagliatele a pezzetti, ricavate anche 6-7 fettine sottili da usare come decorazione.
  • Nella planetaria con il braccio a frusta o con le fruste elettriche montate molto bene (circa 15′ a velocità medio-alta) le uova con lo zucchero, finché il composto non risulta chiaro e spumoso.
  • Aggiungete l’acqua di fiori d’arancio e poi l’olio a filo (abbassate la velocità al minimo).
  • Incorporate, aggiungendolo poco per volta, il mix di farina e fecola al composto di uova, mescolando con una spatola e delicatamente con movimenti dall’alto verso il basso.
  • Infarinate i pezzetti di pesche e aggiungeteli al composto.
  • Versate il composto in uno stampo da plum cake da 30 cm, oliato e infarinato. Decorate la superficie con le fettine di pesca.
  • Infornate a 180 °C per 50-55′. Fate la prova stecchino per verificare la cottura prima di togliere dal forno.
  • Sfornate, lasciate intiepidire e poi estraete il plum cake dallo stampo.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: