Poke hawaiano di tonno

Le poke bowl, cioè le ciotole poh-keh (questa dovrebbe essere la pronuncia), sono la nuova moda del food che arriva dagli Stati Uniti. In realtà, si tratta di un piatto tradizionale delle isole Hawaii, a base di pesce crudo, riso e verdure. Originariamente i nativi delle isole utilizzavano pesci di piccola taglia pescati nei mari circostanti, oggi, il poke hawaiano si realizza principalmente con tonno e salmone, ma se siete vegani esistono anche delle interessanti varianti a base di tofu.

A Milano è già tutto un fiorire di locali tematici o di ristoranti che propongono nel proprio menù il poke hawaiano, ma, al di là delle mode che ci interessano fino a un certo punto, si tratta di un piatto super salutare e completo per una pausa pranzo, soprattutto ora che andiamo verso la bella stagione e ritorna la voglia di gustare qualcosa di fresco e leggero.

Allora cercate nel banco del vostro negozio o supermercato di fiducia dell’ottimo tonno o salmone per sushi; deve essere rigorosamente pesce abbattuto, non utilizzate pesce fresco acquistato al banco pescheria, diversamente dovrete occuparvi voi di abbatterlo in freezer ma servono almeno 96 ore, a meno che non abbiate un abbattitore in casa che porti il pesce in poco tempo a -20 C per 24 ore.

Per le verdure, scegliete la combinazione di sapori e colori che preferite (anche l’occhio vuole la sua parte, ma, soprattutto, verdure di colori diversi apportano sostanze nutritive più varie): io ho trovato le prime fave, piccole e tenere ideali per essere consumate crude, e non ho resistito…

Per alcuni ingredienti vi do sia quello originale sia un possibile sostituto più facile da trovare in commercio: ad esempio, se non trovate il riso da sushi, potete sostituirlo con una varietà di riso a chicco tondo comune od originario, evitate il riso semifino e fino, cioè quello più adatto per insalate e risotti. Al posto dell’aceto di riso vi consiglierei l’aceto di mele (più delicato di quello di vino) con una punta di cucchiaino di zucchero per renderlo un po’ più dolce e simile all’aceto di riso. L’olio di sesamo potete sostituirlo con quello di arachidi (no oliva perché ha un sapore troppo deciso). Per la salsa di soia non dovreste avere problemi.

Alcuni ingredienti della mia poke: riso, fave cresce, cavolo rosso e ravanelli
Alcuni ingredienti della mia poke: riso, fave cresce, cavolo rosso e ravanelli

INGREDIENTI per una poke abbondante

  • 80 g di riso per sushi (o comune od originario)
  • Aceto di riso (o di mele + punta di cucchiaino di zucchero)
  • 150 g di tonno per sushi
  • 16 g di zenzero (ancora da pulire)
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 2 cucchiai di olio di sesamo (o di arachidi)
  • 1 piccolo cipollotto
  • 60 g di cavolo rosso
  • 50 g di ravanelli
  • 30 g di fave fresche sgusciate
  • 1/4 di avocado
  • 1 limone
  • Olio extravergine di oliva
  • Semi di sesamo
  • Semi di finocchio
  • Sale

PREPARAZIONE

  1. Sciacquate per 3/4 volte il riso finché l’acqua non risulta limpida. Mettetelo in un pentolino con 150 ml di acqua e fate cuocere per circa 15 minuti o per il tempo indicato sulla confezione (tenete sotto controllo la cottura), l’acqua dovrebbe completamente assorbirsi.
  2. Versate il riso in una ciotolina, spruzzatelo con un cucchiaino di aceto di riso (o di mele), girate per amalgamare e compattate il riso con il dorso di un cucchiaio in modo che prenda la forma della ciotola.
  3. In una ciotola versate 2 cucchiai di salsa di soia, 2 cucchiai di olio di sesamo (o arachidi), lo zenzero sbucciato e grattugiato, la parte bianca del cipollotto affettata molto sottile e mescolate.
  4. Tagliate il tonno a cubetti di circa un centimetro e metteteli nella marinatura di soia, mescolate bene e riponete in frigorifero la ciotola coperta con la pellicola per 1 o 2 ore.
  5. Pulite le verdure: sbucciate le fave e togliete la pellicina esterna; tagliate il cavolo rosso a fettine sottilissime e conditelo con olio, sale e qualche seme di finocchio (una punta per dare un leggero sapore); affettate i ravanelli molto sottili e conditeli con olio e sale.
  6. Sbucciate un quarto di avocado e tagliatelo a fettine, spruzzatelo con un po’ di limone perché non annerisca.
  7. Componete la vostra poke: versate la ciotola di riso sul fondo, poi aggiungete le verdure e l’avocado e infine il tonno. Cospargete con i semi di sesamo.

Ciao! Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: